Dendrobium Nobile Orchidea Bamboo 8
Casa e Giardino Orchidee

Dendrobium Nobile coltivazione e cura dell’Orchidea Bambù

Tra le orchidee più diffuse e apprezzate per il loro aspetto decorativo troviamo la Dendrobium Nobile.

Conosciuta anche col nome di Orchidea Bambù -per via degli steli che molto ricordano le canne di bambù- l’orchidea Dendrobium Nobile incanta con lo spettacolo della fioritura, che avviene solitamente verso il finire dell’inverno, con fiori abbondanti e delicatamente profumati.

Abbiamo detto che la Dendrobium Nobile è tra le più note e diffuse orchidee nelle nostre case, ma si tratta di una specie non propriamente facile, anche se spesso ci viene detto il contrario.
Per prendersi cura in maniera corretta di questa bellissima orchidea e vederla crescere rigogliosa e forte occorre conoscerla meglio e mettere in pratica alcune importanti regole. Vediamole insieme.

Dendrobium Nobile Orchidea Bamboo 8

L’orchidea Dendrobium Nobile si adatta piuttosto bene al nostro clima

L’Orchidea Dendrobium Nobile è una pianta perenne originaria di Asia, Giappone, alcune zone dell’Australia e dell’Himalaia.
Appartiene alla famiglia delle Orchidaceae che comprende numerose varietà.
La Dendrobium Nobile è adatta al nostro clima, o perlomeno ben si ambienta.
È una pianta che sta bene dentro casa se si ha una buona luminosità, può stare in veranda, nella bella stagione può essere collocata all’esterno purché in posizione luminosa ma non al sole diretto e, se ci sono le condizioni, può anche essere coltivata in piena terra.

La Dendrobium Nobile regala fioriture abbondanti e prolungate

La fioritura della Dendrobium Nobile è una vera esplosione, i boccioli si formano numerosi lungo i fusti e sbocciano uno appresso all’altro. I suoi fiori possono essere bianchi con il centro che vira al giallo pallido o, più comunemente e come nel caso del mio esemplare, bianco e malva.

È una pianta che necessita di piena luce: in primavera estate collocarla a mezz’ombra, nei mesi più freddi e meno luminosi può stare in pieno sole.
La temperatura ideale è di 18°, ma se mantenuta la giusta umidità e annaffiata a dovere vive bene anche fino a 30°. Le temperature troppo basse non vanno bene per questa orchidea, già a 8° mostra sofferenza, a 5° potrebbe perire.

Le annaffiature saranno generose e preferibilmente con acqua demineralizzata

Annaffiare con regolarità la Dendrobium, prestando attenzione ai ristagni che porterebbero a marciumi radicali e gravi danni alla pianta. Mantenere un’umidità elevata nebulizzando spesso i fusti e le foglie con acqua non calcarea. Non bagnare i fiori.

La concimazione va fatta esclusivamente nel periodo vegetativo, per poi lasciare alla pianta un periodo di riposo durante il quale verranno sospese le concimazioni e ridotte le annaffiature. La pianta dovrebbe entrare in riposo tra ottobre e novembre e verso febbraio mostrare la ripresa vegetativa.

La Dendrobium Nobile non necessita di potatura, intervenire solo per eliminare foglie e rami secchi.
Se la pianta ha sofferto ristagno idrico e le sue radici presentano marciumi, utilizzare strumenti affilati e disinfettati per eliminare le parti marce. Trattare l’apparato radicale con cannella in polvere, aiuterà a combattere funghi e muffe e agevolerà la “cicatrizzazione” dei tagli. Rinvasare la pianta con terriccio nuovo specifico per orchidee.

La moltiplicazione avviene per seme, per divisione dei cespi a fine inverno o attraverso l’asportazione delle keiki

La moltiplicazione per seme è complessa e non è scontato che dia risultati. È invece molto facile separare i cespi quando la pianta ha numerosi steli e avrà raggiunto dimensioni tali da essere rinvasata.
Le keiki sono nuove piante che spunteranno dalla pianta madre, in questa specie alla base: nell’articolo dedicato alla Dendrobium Berry Oda spiego meglio cosa sono le keiki e ti mostro come fare.

Potete rinvasare la Dendrobium Nobile a fine inverno, in vasi piccoli per non mandare in stress l’apparato radicale che richiede poco spazio.
Prima del rinvaso bagnare molto bene le radici, che sono estremamente delicate, per ammorbidirle e renderle più flessibili, scongiurando così possibili danni.

Dendrobium nobile dettaglio fiore

Tra le malattie che potrebbero colpire la Dendrobium nobile oltre al marciume radicale di cui vi ho già detto, occorre prestare attenzione a cocciniglie, che compaiono quando l’umidità è troppo elevata, in questo caso bisogna eliminarle con un batuffolo di cotone imbevuto di alcool o trattare con insetticidi se la pianta è grande.
Con la scarsa umidità compare, invece, il ragnetto rosso, andrà eliminato con antiparassitario specifico.

Seguendo le indicazioni di questo articolo riuscirete a dare alla vostra Orchidea Dendrobium Nobile le cure di cui ha bisogno, la vedrete crescere bella e sana, riuscirete a moltiplicarla e questo vi darà tanta soddisfazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.